Newsletter - Novembre 2017

03 Dicembre 2017 Newsletter - AIP,

Indice
Comunicazioni

- Aggiornamenti CUN
Notizie dalle Sezioni
- Opportunità
- Novità

- Eventi scientifici e formativi segnalati dai Soci e dalle Sezioni


Newsletter

Comunicazioni
Cari colleghi, care Colleghe

In questi giorni si sono svolte le elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo e del Collegio dei revisori dei conti. Circa 600 tra soci ordinari e onorari hanno votato il rinnovo delle cariche AIP. E’ il numero più alto di soci ordinari che la nostra associazione abbia mai registrato, così come non abbiamo mai avuto cosi tanti soci affiliati. Colgo l'occasione per ringraziare tutti gli elettori ed i candidati ed anche per congratularmi con gli eletti. Potrete prendere visione del risultato elettorale consultando il verbale della Commissione Elettorale del 06.12.2017 .

Si va così concludendo il mandato del Direttivo attualmente in carica. E’ stata per me una esperienza personale e professionale di grande importanza. Voglio ringraziare tutti coloro che in questi tre anni hanno partecipato in ogni possibile modo alla vita associativa, nel Direttivo o negli Esecutivi, organizzando o partecipando ai convegni o a ciascuna altra iniziativa, attraverso il dialogo, il dibattito, le proposte o anche solo attraverso il pagamento della quota associativa. Porterò con me un ricordo straordinario della passione e dell’intelligenza dei soci che ho conosciuto e del contributo che hanno offerto all’Associazione.  Mi perdonerete se un ringraziamento particolare va ai Vice Presidenti, al Tesoriere e al Segretario AIP, membri del Comitato di Presidenza, a tutti i componenti del Direttivo e al responsabile del sito che hanno collaborato costantemente in questi tre anni, tollerando il mio cattivo carattere e i miei troppi refusi nei documenti proposti. Un altro grande ringraziamento va a Massimo Grieco, il Web Master, che dopo moltissimi anni di straordinario  e appassionato lavoro per l’Associazione conclude la sua collaborazione con l’AIP, avendo meritatamente trovato un lavoro impegnativo che gli impedirà di proseguire in essa. Sono certo che l’AIP rimpiangerà moltissimo Massimo Grieco, spero sinceramente che porterà un ricordo accettabile anche del lavoro svolto in questo triennio.

Durante il nostro mandato abbiamo assistito a eventi importanti sul piano normativo, economico, culturale, sociale e politico che hanno cambiato il ruolo e l’attività quotidiana di chi si occupa di ricerca e di formazione psicologica nelle Università e negli Enti di Ricerca. A fronte di questi cambiamenti, l’AIP ha cercato di proporsi come la casa comune della discussione tra Docenti e ricercatori in Psicologia e il Direttivo ha cercato di stimolare analisi e ricercare sintesi.

Abbiamo affrontato i temi della valutazione dei corsi di studio e della qualità della ricerca, sulle procedure dell’Abilitazione Scientifica Nazionale e del più generale reclutamento dei docenti e ricercatori, di finanziamento della ricerca, della formazione di primo, secondo e terzo livello. Abbiamo cercato di portare le nostre proposte rivendicando con convinzione e forza il ruolo di una associazione scientifica capace di rappresentare docenti e ricercatori di tutti i SSD psicologici, senza mai negare la presenza delle diverse voci, ma cercando di valorizzare la forza della nostra unitarietà e la ricchezza del pluralismo. Lo abbiamo fatto con numeri costantemente crescenti in un contesto di riduzione costante della platea dei docenti e ricercatori in servizio presso Università ed Enti di Ricerca. Oggi l’AIP ha circa 1200 soci in regola, che discutono e si confrontano sul piano scientifico, grazie al grande lavoro delle sezioni e attraverso incontri, gruppi di lavoro, iniziative scientifiche e culturali.  Nonostante l’abbassamento delle quote, il crescente numero dei soci ha permesso di mantenere il bilancio in ampio attivo, mettere in cantiere nuove iniziative scientifiche, senza abbandonare nessuna di quelle tradizionali. Le sezioni hanno avuto un ruolo importante in questa crescita, con un forte incremento sia dei soci, in particolare dei più giovani, che delle proposte. Voglio cogliere questa occasione per ringraziare tutti gli esecutivi che si sono succeduti in questi tre anni per la loro costante collaborazione e per le idee e le iniziative che hanno proposto e realizzato.

Del dibattito culturale e scientifico e delle opportunità che da esso derivano i soci vengono costantemente informati attraverso le newsletter e attraverso un sito da poco rinnovato. Il Direttivo ha cercato di incarnare e rappresentare la complessità delle analisi, facendosi carico di garantire il pluralismo delle idee attraverso la coerenza della sintesi, anche sul piano delle politiche. In questi anni abbiamo cercato di coordinare le nostre azioni con quelle dei nostri naturali interlocutori, aprendo tavoli con la Consulta della Psicologia Accademica e con l’Ordine degli Psicologi, nel rispetto dei reciproci ruoli e delle responsabilità. L’AIP è credibile e ascoltata all’interno del panorama delle Associazioni Scientifiche dell’area 11 e, più in generale, delle aree 10-14, grazie alla maturità del dibattito interno e al costante sforzo di rappresentarlo all’esterno in modo costruttivo. La capacità d’interlocuzione dell’Aip presso il Consiglio Universitario Nazionale e presso l’Anvur è alta, facilitata anche dal fatto che le colleghe Chiara Berti e Raffaella Rumiati hanno assunto in questi anni ruoli di responsabilità in questi organismi, nel primo caso anche grazie all’attivo contributo dei soci AIP alle procedure elettive di rinnovo del CUN. Le massime cariche di questi organismi hanno partecipato alle nostre iniziative associative, siamo stati costantemente consultati e riconosciuti come l’organismo di rappresentanza della ricerca psicologica italiana. In questi giorni l’AIP è stata ad esempio chiamata a fornire al CUN indicazioni circa le criticità nell’attuale organizzazione dei saperi negli attuali SSD e il 12 Dicembre, il mio ultimo impegno formale come presidente AIP sarà la presentazione del Rapporto sulle Scienze Psicologiche durante la presentazione del Libro bianco sulle Professioni nell'università curato dall’ANVUR.

L’AIP è, prima di tutto, una associazione che promuove ricerca scientifica, come dimostrano la ricchezza dei congressi e delle iniziative, dalle scuole alle giornate di dibattito. Non abbiamo però solo cercato di discutere di ricerca psicologica, ma di valorizzarne la sua trasferibilità e il suo contributo unico, seppure in un panorama interdisciplinare. L’AIP rappresenta la ricerca psicologica nei tavoli di diverse Consensus Conference e in tutti quelli di discussione ministeriale. Il contributo offerto alle Istituzioni sui temi di interesse per la ricerca psicologica è stato costante, penso ad esempio ai documenti prodotti e rappresentati sui temi della formazione degli insegnanti e sulla figura dello psicologo scolastico, alle proposte di legge sugli Educatori e sui Pedagogisti Clinici, a quelle sulla Stepchild Adoption, ai dibattiti scientifici, politici e culturali sull’invecchiamento, sulle migrazioni, sulle nuove tecnologie, solo per citare alcuni temi di interesse di questa sezione su cui siamo stati consultati o abbiamo proposto i dati della ricerca psicologica. Siamo stati ricevuti e in audizioni presso gli organismi della politica e delle istituzioni accademiche e abbiamo ospitato i rappresentanti di queste istituzioni in assemblee e iniziative AIP. Il contribuito AIP nel dibattito sulla psicologia Europea è stato facilitato dall’Organizzazione scientifica del European Congress of Psychology 2014 e dalla elezione della collega e socia Bruna Zani nel Board dell’EFPA. Oggi, molti soci AIP siedono nei board EFPA e lo stesso presidente Mourinho ha partecipato alla nostra assemblea generale. Lasciamo l’AIP con un ulteriore impegno e occasione di visibilità  internazionale, avendo di fronte l’organizzazione del prossimo Congresso EAWOP nel 2019 a Torino. Il confronto e la collaborazione con enti di ricerca con cui condividiamo una parte rilevante del nostro percorso storico, come l’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR, è ripreso in questi tre anni con vigore e ha portato all’organizzazione di iniziative di valore e interesse. Nell’ultima, organizzata il 9 Ottobre AIP e ISTC-CNR hanno partecipato la Ministra Fedeli, i presidenti delle Commissioni lavoro alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica e di altri interlocutori di altissimo livello scientifico, culturale e istituzionale. Parlando dei risultati ottenuti, non voglio certo nascondere gli obiettivi non ancora raggiunti, penso in primo luogo al riordino delle Scuole Universitarie di Specializzazione in Psicologia oppure alla necessità di chiarire ulteriormente i rapporti, mai facili, all’interno dell’Italian Network of Psychologists Association, network che di società scientifiche e Professionali che media i nostri rapporti con l’EFPA.

Spero che il prossimo Direttivo, nella assoluta autonomia delle proprie scelte, vorrà proseguire in questi sforzi. Spero che la ampia partecipazione alle elezioni che si riscontra da un panorama ampio e qualificato di candidature, si confermi attraverso una ampia partecipazione al voto. Su molti temi, un AIP unitaria e capace di dialogare ha possibilità di esprimere con forza e convinzione le proprie sintesi, pur riconoscendo che le decisioni finali spesso spettano ad altri. Partecipare al processo decisionale impegnandosi nelle procedure elettorali vuol dire proporre il proprio punto di vista all’associazione in modo attivo, non farlo significa delegare ad altri le decisioni in processi e percorsi che, in ogni caso, si svolgeranno e vedranno l’AIP chiamata a fare la propria parte.

Il prossimo Direttivo non sarà chiamato solo alla rappresentanza, bensì dovrà discutere di iniziative rivolte alla formazione dei colleghi più giovani, sostenere, promuovere e diffondere il valore della ricerca Psicologica e dei suoi risultati in Italia e all’estero, facilitare lo scambio di conoscenze ed esperienze tra studenti, ricercatori, professionisti e stakeholder sul piano nazionale ed internazionale.  Dovrà farlo in un contesto in ulteriore evoluzione, penso ad esempio alla prosecuzione del dibattito sulla classificazione dei saperi e delle discipline accademiche.

Abbiamo cercato di fare del nostro meglio. Spero sinceramente il prossimo Direttivo saprà fare meglio di noi.

Un caro saluto a tutti e a tutte,
Fabio Lucidi


Aggiornamenti CUN
Nel mese di novembre è stato pubblicato il seguente aggiornamento CUN:
- Resoconto attività CUN nelle sedute del 7 e 9 novembre 2017


Notizie dalle Sezioni

Sezione di Psicologia dello sviluppo e dell’educazione
- Ricordiamo che XXXI Congresso della Sezione di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione, si svolgerà a Torino, 17- 18 -19 settembre 2018.
- Raccogliendo diverse sollecitazioni emerse da più parti e in più occasioni (ultima delle quali nella scorsa Assemblea Soci di Messina), il CE della Sezione di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione ha aperto un forum di discussione relativo all’ultima valutazione PRIN e (idealmente) propedeutico a prepararci per il prossimo bando. Il Forum – riservato ai soli Soci della Sezione – rimarrà a disposizione dal 20 Novembre al 10 Dicembre 2017, è accessibile al seguente link http://aipass.org/forum-prin-sez-sviluppo e sarà moderato dalla collega Prof.ssa Paola Molina.  
- Il CE della Sezione di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione ha da tempo avviato un percorso di riflessione sulla Terza Missione nell’Università Italiana, a partire dall’esperienza maturata in due Gruppi Tematici e riferita in occasione degli ultimi tre Congressi di Sezione (Parma, Vicenza, Messina). I documenti esito di tale percorso sono scaricabili – previo login – dal sito istituzionale AIP: http://www.aipass.org/documenti-della-sezione. A completamento di questa riflessione, il CE ha inteso aprire un forum di confronto su questo tema – aperto a tutti i Soci AIP – così da poter condividere esperienze di Terza Missione cui si ha avuto modo di prendere parte; proporre osservazioni sugli esercizi di valutazione sin qui realizzati (es. SUA-RD); facilitare la creazione di network per possibili esperienze di Terza Missione in consorzio. Il Forum rimarrà a disposizione dal 20 Novembre al 10 Dicembre 2017 e sarà moderato da Luca Milani (luca.milani AT unicatt.it) e Roberto Baiocco (roberto.baiocco@uniroma1.it).

Sezione di Psicologia sociale
Il 27 ottobre scorso si è tenuta a Bologna la giornata di studi dal titolo “Persone, gruppi, comunità. La psicologia sociale come strumento di conoscenza e di intervento” in onore di Augusto Palmonari. La giornata è stata realizzata grazie al contributo di numerose istituzioni delle quali Augusto Palmonari è stato membro e con le quali ha collaborato nel corso della sua vita.  Oltre all’AIP sezione Sociale, hanno contribuito l’Università di Bologna, i Dipartimenti di Scienze dell’Educazione e di Psicologia di Bologna, l’istituzione Minguzzi, la casa editrice Il Mulino, la SIPCO, l’Opimm. Inoltre, il centro Edunova dell’Università di Reggio Emilia ha offerto la registrazione dell’evento che sarà presto disponibile sui siti di Unibo e Unimore.
I nove relatori italiani e stranieri della mattinata - tra cui Piero Amerio, Luciano Arcuri, Eugenia Scabini, Denise Jodelet, EHESS, Parigi; Wim Meeus Università di Utrecht; Fabrizio Butera, Università di Losanna - hanno proposto una riflessione sui contributi che Augusto Palmonari ha fornito nelle aree di studio e ricerca che ha attraversato nel corso della sua carriera (la psicologia sociale dell’adolescenza, le relazioni intra- ed intergruppi, le rappresentazioni sociali, le comunità), e le direttrici di sviluppo che da tali contributi si sono avviate nelle generazioni successive e che continuano a produrre frutti. E’ stata inoltre messa in luce la grande capacità di Palmonari di tessere legami nella comunità accademica nazionale ed internazionale che ha permesso a diverse generazioni di psicologi sociali di stabilire contatti scientifici fruttuosi. Nel pomeriggio altri 11 relatori, tra i quali Erich Kirchler (Università di Vienna), hanno testimoniato la capacità di Palmonari di fare della psicologia sociale non solo una disciplina accademica, ma anche uno strumento al servizio della risoluzione di problemi sociali. In particolare, grazie alla ricostruzione di numerosi interventi professionali innovativi (realizzati nel campo dei servizi di welfare, della de-istituzionalizzazione, del reinserimento al lavoro di disabili, dello sviluppo dei gruppi e comunità, della formazione di operatori sociali e della costruzione di reti sociali) è stata sottolineata la fecondità dell’approccio di Palmonari ai social issues, sempre guidato sia dalla conoscenza e riflessività sia da un’istanza emancipatoria a forte connotazione etica.
La giornata ha visto una folta, attenta e commossa partecipazione (circa 200 partecipanti tra accademici e operatori, provenienti da tutta Italia) che ha reso l’evento un importante momento di riflessione sulla ricerca psicosociale come esperienza di impegno sociale, oltre che scientifico.
Si informa che dal 4 al 6 aprile 2018 si terrà a Liverpool un workshop su ‘Emotion modelling and detection in social media and online interaction’ (http://collab.di.uniba.it/aisbemotions), alla cui organizzazione collaborano anche soci AIP. La deadline per l'invio degli abstract è il 4 gennaio.


Opportunità
The Department of Psychology at the University of Sheffield is seeking to appoint a lecturer in Developmental Psychology to join the Sheffield Cognitive Development group. The appointment will be at Lecturer level (which is equivalent to an Assistant Professor tenure track position in the US system). You can read more about the position and apply here

- Kate Langley, at Cardiff University's Centre for Human Developmental Science has a new 14-month postdoctoral post available. The research will investigate the relationship between ADHD and sleep problems.  Please send all enquiries to LangleyK@cardiff.ac.uk  http://www.jobs.ac.uk/job/BFK326/.

- A postdoctoral position in developmental cognitive neuroscience is available at the  Ecole Normale Supérieure (ENS Paris, France). The position will be devoted to study the link between learning and metacognition during human development, using neural signatures and behavioural measures. Please send a CV along with the names and contact information of two references to Pr Sid Kouider (sid.kouider@ens.fr).

- Tenure-Track Associate Professor/Assistant Professor in Educational/School Psychology . Applications are invited for appointment as Tenure-Track Associate Professor/Assistant Professor in Educational/School Psychology in the Department of Psychology. Applicants should send a completed application form together with an up-to-date C.V., a research statement and a teaching statement to hrpsyc@hku.hk. Application forms (341/1111) can be downloaded at www.hr.hku.hk/apptunit/form-ext.doc.


Novità
Nasce Human Arenas. Un nuovo ed innovativo journal in psicologia
- Ricostituito l'Osservatorio per il diritto allo studio universitario


Eventi scientifici e formativi segnalati dai Soci e dalle Sezioni
- Workshop on Refugehood, education and political subjectivities  Neuchâtel (Svizzera), 07 Dicembre 2017
XII Giornata Scientifica “Difficoltà non-verbali e apprendimento” - Genova, 26 Gennaio 2018
Evento ISSBD Workshop 2018 “Social competencies and interpersonal relationships: from the individual to the context” - Milano, 5-7 Febbraio 2018
Call for Paper - Behavioral Addiction:Predictors of Onset - Dedline submission, 15 Maggio 2018 
16ma edizione del Convegno Mondiale della World Association for Infant Mental Health-WAIMH - Roma, 26-30 Maggio 2018
- Prossimo Meeting annuale della Jean Piaget Society - Amsterdam, 31 Maggio 2 Giugno 2018


Newsletter curata da Antonella Marchetti, Davide Massaro e dal Webmaster

Come membro del Comitato di Presidenza nel ruolo di Segretario, ho vissuto in questi  tre anni un'esperienza preziosa contribuendo alla costruzione della Newsletter mensile. Questo appuntamento ha rappresentato ovviamente soltanto "la punta dell'iceberg" dei miei contatti costanti con le Socie e i Soci, con le loro iniziative e con i loro contributi fattivi alla vita della nostra Associazione. Ciascuno di questi contatti ha costituito  per me un'occasione importante di arricchimento personale e professionale. A tutte e a tutti un grazie di cuore! 
Antonella Marchetti

In quanto responsabile del sito, ringrazio il Consiglio Direttivo, le Socie e i Soci per la fiducia accordatami e per il lavoro svolto insieme. L’eredità raccolta da Bruno Mazzara è stata fondamentale per il mio lavoro. Spero che i risultati raggiunti siano valutati positivamente. Senz’altro chi mi succederà saprà fare meglio. 
Davide Massaro​

Ai Soci, ai Comitati esecutivi delle Sezioni, al Consiglio Direttivo ed al Presidente uscente rivolgo i ringraziamenti più sinceri per avermi concesso di condividere un'esperienza che è andata ben oltre la sfera professionale. Grazie per avermi fatto sentire parte integrante di questa comunità. 
Massimo Grieco