Presentazione
Obiettivi
Organizzazione interna

Membri
Progetti
Esperienze
Eventi
Pubblicazioni

Presentazione

L’idea di costituire il gruppo di lavoro tematico “Work in Progress” (WiP) è nata durante un simposio (“Lavorare oggi: employability e sviluppo professionale”), tenutosi durante il Congresso Nazionale della Sezione di Psicologia per le Organizzazioni (Palermo, 17 settembre 2015), tra coloro i quali vi parteciparono non solo come relatori ma anche come partecipanti e studiosi interessati a tale tematica.

I proponenti sono infatti consapevoli che, in un mercato del lavoro sempre più turbolento (Gibson, 2004), liquido (Bauman, 2000) e flessibile (Scherer, 2009), le organizzazioni, stanti una crescente enfasi su rapporti di lavoro discontinui e a breve termine, sono oggi meno responsabili dello sviluppo di carriera di un numero sempre più ampio di loro collaboratori (Hall, 2004). Questi lavoratori periferici (e.g., freelance, precari con contratti a tempo, cassintegrati, apprendisti) sono perennemente impegnati nel cercare di migliorare la loro employability sia presso l’organizzazione attuale che fuori (Cornell & Burgess, 2006) e a farsi carico di gestire la propria carriera (King, 2004) in maniera più responsabile e autonoma di quanto non fosse auspicabile/prevedibile in passato. Il concetto di employability (fulcro del simposio di Palermo), al quale si riconosce centralità e attualità epistemologica, viene ad associarsi inevitabilmente a tutta una serie di altri concetti che sono parimenti attuali e centrali nel discorso psicologico che studia il lavoro contemporaneo: la precarietà e l’insicurezza lavorativa, le nuove forme di carriera e di organizzazione del lavoro, il lavoro a termine e le sue conseguenze.

Il titolo del gruppo tematico cerca quindi di catturare la dinamicità e transitorietà dei correlati psicosociologici collegati all’essere lavoratori in un “oggi” caratterizzato da fenomeni mutevoli, spesso raramente definibili e comprensibili in toto, ma non per questo meno pervasivi e significativi nel loro impatto sugli individui, i loro gruppi sociali e le loro organizzazioni.

Inoltre, per quanto riguarda l’esame di tali fenomeni, pur riconoscendo la centralità epistemologica della Psicologia del lavoro e delle organizzazioni, approcci intra-disciplinari nell’ambito della Psicologia e inter-disciplinari rispetto ad altri ambiti, in primis, le scienze sociali ed economiche potrebbero contribuire a restituire evidenze più valide, accurate ed attendibili – cioè, in ultima istanza, più prossime alle esperienze reali delle persone più o meno transitoriamente: dentro, attraverso e fuori le organizzazioni.

Obiettivi

·       sviluppare collaborazioni e progettare nuovi interventi/ricerche nazionali ed internazionali (anche di validazione e sviluppo di questionari nuovi o preesistenti);
·       costruire partnership utili alla presentazione di progetti locali, nazionali ed internazionali;
·       scambiare esperienze di consulenza/formazione in azienda;
·       condividere linee di ricerca, strumenti di valutazione e pubblicazioni (creando un repository online degli stessi);
·       implementare la visibilità mediatica del gruppo e dare risalto alle pubblicazioni già uscite o in uscita dei membri del gruppo;
·       organizzare simposi, giornate di studio, seminari, convegni a livello locale, nazionale ed internazionale, al fine di fornire ai colleghi gli strumenti necessari per l’aggiornamento teorico o metodologico, anche di natura inter- o multi-disciplinare;
·       favorire e sostenere il confronto scientifico intra- e inter-disciplinare su tali argomenti, ricercando la collaborazione e il confronto con le società tematiche all’interno della Psicologia e quello con gli interlocutori che provengono da altre discipline e con potenziali stakeholeder;
·       proporre, laddove opportuno, raccomandazioni o linee-guida sugli argomenti di interesse del gruppo tematico che, attraverso il filtro del Direttivo, possano essere proposte all’attenzione dell’intera Associazione.

Organizzazione interna

Per il triennio 2016-2018 il Comitato del Gruppo tematico è composto da: Cortini Michela, Gilardi Silvia, Manuti Amelia, Lo Presti Alessandro (quest’ultimo con le funzioni di Coordinatore).

Torna all'indice