Autoefficacia e benessere psicosociale degli insegnanti in tempo COVID-19

04 Luglio 2020 COVID-19, survey,
A partire da febbraio 2020, l'emergenza sanitaria causata dal COVID-19 ha portato a provvedimenti di contenimento della diffusione del virus con restrizioni della mobilità dei cittadini, confinamento e chiusura delle scuole di ogni ordine e grado su tutto il territorio nazionale. Recenti ricerche hanno dimostrato che la condizione di confinamento può avere conseguenze psicologiche in termini di maggior rischio di disturbi d'ansia, sintomi depressivi, disturbi del sonno. A causa della chiusura delle scuole, inoltre, gli insegnanti hanno dovuto attivare repentinamente modalità di didattica a distanza (DaD), senza alcun tipo di preparazione o formazione preliminare. Una richiesta improvvisa di modifiche al proprio lavoro, la possibile mancanza di competenze nelle ICT, unitamente alla condizione di confinamento, possono avere delle conseguenze sul senso di autoefficacia degli e delle insegnanti e sul loro benessere psicologico.
Scopo dell’indagine è esplorare se le condizioni di lavoro e di vita legate all'emergenza COVID-19 incidono sulla professione degli insegnanti e, in particolare, sul loro senso di autoefficacia, sulla responsabilità percepita e sul loro benessere.
La raccolta dati è stata effettuata tramite questionario online (link: https://unibopsice.eu.qualtrics.com/Q/EditSection/Blocks?ContextSurveyID=SV_3qMGvfOY9OTlZtz)
I risultati saranno proposti per le Giornate di Studio “Emergenza Covid-19. Ricadute evolutive ed educative” - Sezione di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione, 15-16 Settembre 2020 Bari.
 
Responsabile del progetto:
Prof.ssa Maria Cristina Matteucci
Professoressa Associata in Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione
Dipartimento di Psicologia, Università di Bologna
 
Collaboratrice al progetto:
Dr.ssa Annalisa Soncini
Dottoranda di Ricerca
Dipartimento di Psicologia, Università di Bologna