La famiglia di fronte alla sfida del Coronavirus –Covid-19

17 Luglio 2020 COVID-19,
La diffusione del Coronavirus e le restrizioni alla vita sociale hanno avuto un impatto sulla vita di tutti. Come le famiglie hanno vissuto questo periodo, quali stress hanno affrontato, quali cambiamenti nella vita quotidiana hanno sperimentato, e questi cambiamenti che effetti sortiscono nella vita dei suoi componenti?
A questi interrogativi prova a rispondere la presente ricerca che intende esplorare, in un campione rappresentativo della popolazione:
  1. I livelli di preoccupazione legati al Covid-19 e gli effetti percepiti del Covid-19 a livello di funzionamento familiare e di benessere personale
  2. Esplorare l’impatto di alcune variabili familiari e sociali (coping diadico e familiare, supporto familiare, supporto sociale e politico, utilizzo dei social media) sulla qualità della relazione familiare (soddisfazione familiare, qualità del rapporto delle relazioni) e su indicatori di benessere personale (ottimismo, depressione, percezione del futuro)
  3. Esplorare nel tempo le associazioni tra queste variabili e verificare l’ipotesi secondo cui l’impatto dell’evento critico Covid-19 sul benessere delle persone sia moderato dalla qualità del funzionamento familiare e dalle risorse di coping e di supporto familiare e sociale che le famiglie riescono ad utilizzare
  4. Esaminare tali associazioni in funzione delle caratteristiche socio-demografiche del campione e della specifica fase del ciclo di vita familiare
La ricerca ha coinvolto 3.000 soggetti di età compresa tra 18 e 85 anni, rappresentativi di circa due terzi della popolazione italiana che ha accesso ad internet almeno una volta alla settimana, circa 40 milioni di persone. 
Le persone hanno risposto ad un questionario on line tra il 30 marzo e il 7 aprile, periodo in cui la pandemia in Italia era al suo massimo in termini di diffusione del contagio. 
I dati rivelano il profilo di una famiglia sospesa, in bilico tra difficoltà evidenti che rischiano di sopraffarla e la capacità di attivare risorse al proprio interno in grado di rendere i cambiamenti che sta attraversando occasione di crescita. 
I dati della prima rilevazione sono stati pubblicati nel volume  a cura del Centro di Ateneo Studi e ricerche sulla famiglia, “La famiglia sospesa”, edito da Vita e Pensiero, in versione e-book.
 
Referente:
Prof. Camillo Regalia, M-PSI/05,Direttore del Centro di Ateneo Studi e ricerche sulla famiglia,  Dipartimento di Psicologia, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano.
 
Altri ricercatori coinvolti:
Lucia Boccacin, Centro di Ateneo Studi e ricerche sulla famiglia Dipartimento di Sociologia, Università Cattolica del Sacro Cuore;
Donatella Bramanti, Centro di Ateneo Studi e ricerche sulla famiglia, Dipartimento di Sociologia, Università Cattolica del Sacro Cuore;
Elisa Carrà, Centro di Ateneo Studi e ricerche sulla famiglia,  Dipartimento di Sociologia, Università Cattolica del Sacro Cuore;
Margherita Lanz, Centro di Ateneo Studi e ricerche sulla famiglia Dipartimento di Psicologia, Università Cattolica del Sacro Cuore;
Raffaelle Iafrate, Centro di Ateneo Studi e ricerche sulla famiglia Dipartimento di Psicologia, Università Cattolica del Sacro Cuore;
Elena Marta , Dipartimento di Psicologia, Università Cattolica del Sacro Cuore;
Pier Cesare Rivoltella, Dipartimento di Pedagogia, Università Cattolica del Sacro Cuore;
Rosa Rosnati, Centro di Ateneo Studi e ricerche sulla famiglia Dipartimento di Psicologia, Università Cattolica del Sacro Cuore.